Misure, modelli e controlli per la minimizzazione dei fanghi

Generic placeholder image

La riduzione della produzione biologica di fanghi in eccesso mediante l'utilizzo di ozono è una tecnologia ben nota applicata in diversi impianti a piena scala in tutto il mondo.
Tuttavia, l'ottimizzazione del processo non è ancora adeguatamente documentata in letteratura.
Non sono ancora ben noti quali i parametri operativi e/o caratteristiche delle acque di rifiuto la cui valutazione consenta di stimare la relazione tra dose di ozono e riduzione dei fanghi in eccesso in un impianto alimentato ad ossigeno puro.


Attività previste in PerFORM WATER 2030

Le attività di sperimentazione previste in PerFORM WATER 2030 su misure, modelli e controlli per la minimizzazione dei fanghi di supero si inquadrano all'interno della linea progettuale Linea Fanghi e sono strettamente legate alle attività sperimentali previste per la minimizzazione dei fanghi biologici descritte .
Si prevede la progettazione e realizzazione di un impianto di ozonolisi presso una linea di trattamento dell’impianto di depurazione di San Giuliano Ovest, opportunamente convertito ad ossigeno puro, che permetta di valutare l’effettiva resa di riduzione dei fanghi del processo e di simularne il comportamento mediante simulazione modellistica.
L’attività sperimentale prevede il confronto tra produzione di fanghi di supero in un impianto alimentato ad ossigeno puro con e senza ozonolisi di una frazione dei fanghi di ricircolo.
La ricerca indagherà il ruolo della concentrazione di ozono sull'efficienza del processo per verificare se esista una relazione tra dose di ozono e sostanza organica presente nelle acque di rifiuto.

Obiettivi e risultati attesi

  • Verifica della relazione tra dose di ozono e riduzione dei fanghi di supero di un impianto alimentato ad ossigeno puro.

  • Identificazione dei parametri chiave che determinano la riduzione della produzione di fanghi.

  • Sviluppo di un modello di simulazione per la previsione delle rese di riduzione in funzione delle modalità operative del processo.

Descrizione dell’attività

  • Upgrade di una linea dell’impianto esistente per convertirlo alla alimentazione con ossigeno puro.

  • Progettazione e realizzazione di un impianto di ozonazione su una frazione dei fanghi di ricircolo.

  • Avviamento, conduzione e monitoraggio dell’impianto in diverse condizioni operative per ottimizzare il processo.

  • Calibrazione e validazione di un modello di simulazione del processo.

Luogo dell’attività

Le attività sperimentali sono realizzate presso l'impianto di depurazione di San Giuliano Milanese Ovest gestito da Gruppo CAP.
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata ai siti di sperimentazione di PerFORM WATER 2030.

Partner coinvolti

S.I.A.D. S.p.A. ha svolto la progettazione e la realizzazione dell’impianto, mentre Politecnico di Milano - Dipartimento DICA-AMB ha fornito il supporto scientifico nelle attività sperimentali.
Tra le attività di POLIMI DICA-AMB si prevede anche la conduzione e lo sviluppo di una modellizzazione del processo biologico che permetta di stimare la resa di rimozione in funzione delle caratteristiche delle acque di rifiuto e dei parametri dimensionali e operativi del processo.

Generic placeholder image
Generic placeholder image

Vai alla sezione Scienza e Tecnologia per approfondire la tematica

Approfondisci

Torna alle attività di ricerca sulla Linea Fanghi

Generic placeholder image


Contatti rapidi

Invia Email


Newsletter

Registrati


Area Riservata

Accedi

FESR image missing
FESR image missing